.

.

sabato 7 giugno 2014

Pillole (Voltaire)

Se lo stile della Storia dei Re e dei libri storici è divino, non sempre si può dire la medesima cosa delle storie che narrano. David assassinò Urie; Isboseth e Miphiboseth furono assassinati;
Absalon assassinò Ammon; Giacobbe assassinò Absalon; Salomone assassinò Adonias, suo fratello; Baasa assassinò Nadab; Zambri assassinò Ela; Amri assassinò Zambri; Achab assassinò Naboth; Jehu assassinò Achab e Joram; gli abitanti di Gerusalemme assassinarono Amias, figlio di Joas; Sellum, figlio di Jabes, assassinò Zaccaria, figlio di Jeroboan; Manahem assassinò Sellum; Phacee, figlio di Romelie, assassinò Phaceia, figlio di Manahem; Ozee, figlio d’Ela, assassinò Phacee. E non facciamo menzione di tanti altri assassini di secondo piano.
Bisogna riconoscere che se lo Spirito Santo ha scritto questa storia, non ha scelto un soggetto molto edificante.
Voltaire, Dizionario filosofico


Nessun commento:

Posta un commento