.

.

domenica 20 luglio 2014

L'eredità Monti

Il grande Monti, perfetto esempio di antipolitico, nel senso di perfetta negazione di ciò che dovrebbe essere un politico, nominato senatore a vita per meriti sconosciuti ai più,
e che comunque nel giro di un anno a scanso di equivoci si è affrettato a cancellare, ci ha lasciato in eredità la più efficace delle leggi ad personam del ventennio, e grazie a tale legge Berlusconi guadagna un'assoluzione che non solo va, come ammesso dallo stesso avvocato Coppi, al di là delle sue più rosee aspettative, ma anche al di là della logica. 

Per quanto riguarda la prostituzione minorile, invece, i giudici si sono limitati a credere a un uomo notoriamente poca accorto. Le motivazioni della sentenza saranno probabilmente stringatissime, si limiteranno a un benevolo richiamo a essere meno distratto in futuro, informandosi per esempio di che cosa sia una loggia massonica prima di iscriversi o verificando prima di partecipare a una festa di compleanno, magari avvalendosi del supporto dei servizi segreti se dovesse occupare la carica di presidente del consiglio, che sia il diciannovesimo e non il diciottesimo. 

Nessun commento:

Posta un commento