.

.

sabato 30 agosto 2014

Il mago Grillo

Ormai ci sono gli elementi per poterlo dire. Se Grillo non avesse fatto il comico prima e il politico dopo, avrebbe fatto il mago. In poco più di un anno lo abbiamo visto infatti predire
diversi dissesti finanziari e una grande débacle alle elezioni europee. Per il PD. Adesso punta in altre direzioni. Predice un milione di posti di lavoro in meno, come un Berlusconi impazzito, e annuncia addirittura nuove epidemie.

Nonostante le sue previsioni siano piuttosto caserecce e non abbiano il carattere scientifico di quelle del suo associato, che spaziano nei decenni a venire, non è detto che in questa attività Grillo avrebbe avuto meno fortuna che nelle altre due. E’ vero che non ne azzecca una, ma l’Italia è comunque un terreno propizio per i maghi. Non solo manca di memoria storica, manca di memoria tout court.

Link:

2 commenti:

  1. Non c'è bisogno di essere maghi..per capire che con le misure...messe in atto dal governo, che a me sembra assomiglino a pannicelli caldi,...la disocccupazione aumentarà........meglio gufi che allocchi.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che le misure del governo assomiglino a pannicelli caldi è assodato. Che la disoccupazione aumenti è possibile. Il punto è che Grillo non ha acquisito sul campo la credibilità per fare previsioni. Senza contare che un'opposizione seria non si fa sfidando il governo al chi le spara più grosse. Quanto al motto, preferirei né gufi né allocchi.

      Elimina