.

.

lunedì 11 agosto 2014

La rivoluzione andrà di moda


Nessuno se n’era accorto, nessuno tanto meno l’avrebbe mai immaginato in un paese tanto ancorato al centro da rasentare l’immobilità, - dove se nasce un nuovo partito è di centro, e se
raramente è di destra o di sinistra, allora è una destra o una sinistra che guardano al centro, - ma sembra che le rivoluzioni in Italia siano destinate ad andare di moda. Non abbiamo fatto in tempo ad archiviare la rivoluzione liberale di Berlusconi, i cui frutti stiamo ancora digerendo, che già due nuovi leader rivoluzionari si contendono il futuro del paese. Grillo affila le armi progettando una lunga marcia (o una lunga nuotata?) in partenza dalla Costa Smeralda, mentre Renzi promette cose rivoluzionarie, facendo capire che quanto abbiamo già visto è ancora poco. C’è solo da sperare che almeno le temperature si mantengano moderate, e che non sopraggiungano picchi di calore a complicare la situazione.

Link:

Streaming e trasparenza

Dal politico-comico al comico-politico

Nessun commento:

Posta un commento