.

.

lunedì 25 agosto 2014

Pillole: Dostoevskij, Memorie del sottosuolo (2)

Oh, signori, io, forse, per questo solo mi stimo un uomo intelligente, perché in tutta la vita non ho potuto cominciare né finire nulla. Io sarò, sarò un chiacchierone, un innocuo, fastidioso chiacchierone,
come noi tutti. Ma che fare, se l’immediata ed unica destinazione di ogni uomo intelligente è la chiacchiera, cioè un premeditato perdersi in sciocchezze?
Dostoevskij, Memorie del sottosuolo


Nessun commento:

Posta un commento