.

.

mercoledì 10 settembre 2014

Giustizia a orologeria

La domanda che dopo il caso Emilia-Romagna e la prospettata riforma della giustizia viene naturale porsi è se la favola dei magistrati politicizzati possa tornare di attualità, se a breve
torneremo a leggere sui giornali di giustizia a orologeria e toghe rosse. Due sembrano essere le risposte plausibili a tale quesito. Secondo la prima, non può succedere, poiché, trattandosi di una favola, raccontarla di nuovo farebbe soltanto ridere; secondo la seconda, invece, proprio perché una favola, può essere raccontata all’infinito senza perdere la sua efficacia.


Senonché, considerando la sottilissima linea di confine tra il serio e il ridicolo che caratterizza la nostra politica, non si può escludere una terza ipotesi, e cioè che pur facendo ridere possa mantenere la sua efficacia.

Link:

La tranquillità del ministro dello sviluppo economico

New Delhi nuova meta preferita dei politici italiani

Nessun commento:

Posta un commento