.

.

sabato 27 settembre 2014

Il feeling Renzi-Marchionne

Meno di due anni fa alle dichiarazioni di Renzi che lamentava come la Fiat alle promesse di investimenti non avesse fatto seguire i fatti, Marchionne rispondeva definendo Renzi
“povero sindaco di una piccola e povera città”. Oggi le dichiarazioni sono di tutt’altro tenore. Renzi è diventato per Marchionne un leader coraggioso e la Fiat per Renzi è diventata un esempio per l’Italia.
Ma cosa è successo in questi due anni per giustificare un tale ribaltamento di opinioni?
Il punto di vista di Marchionne si può capire. Renzi è nel frattempo diventato presidente del consiglio, e alla Fiat hanno da sempre un debole per i presidenti del consiglio. Di destra o di sinistra, democratici o non democratici, non vanno tanto per il sottile.

Ma le nuove opinioni di Renzi? Forse la Fiat ha dato il via ai famosi investimenti? No, anzi, se n’è proprio andata. A quale esempio si riferisce allora? Forse a quello di smantellare il paese intero e dislocarlo altrove? Boh...

Link:

Il miracolo dell'art. 18

Dal Trattato di economia dello zio Paperone

Il poeta Marchionne

Nessun commento:

Posta un commento