.

.

giovedì 30 ottobre 2014

Ideologie e idee

Destra e sinistra sarebbero categorie superate. Dai partiti di governo a Grillo, tutti sembrano concordare. Muovendo da tale assunto, si è fatto strada l’equivoco che con la fine delle ideologie,
e segnatamente di quella marxista, debbano venir meno anche quelle idee che le hanno ispirate, a cominciare dall'aspirazione alla giustizia sociale, e che bisognerebbe rassegnarsi alla precarietà, a una forbice tra ricchi e poveri che diventa ogni giorno più ampia, allo strapotere della finanza, ecc. E’ un’operazione chiaramente in malafede, perché se tramontano le ideologie non significa che debbano tramontare anche le idee, e tuttavia, sedotti dal verbo del cambiamento, sono in molti ad abboccare. D'altra parte, bisogna riconoscere che si tratta di un'operazione ben studiata. Si spaccia per modernità il reaganismo, i cui risultati ci sono stati ricordati ieri dal rapporto Oxfam, anche se molti, soprattutto tra coloro che provengono dal partito di lontana ascendenza marxista, preferiscono l'elegante sinonimo di liberali.
http://www.oxfamitalia.org/primo-piano/il-boom-delle-disuguaglianze


Nessun commento:

Posta un commento