.

.

venerdì 24 ottobre 2014

Il marchio di fabbrica

Sui giornali si legge oggi la notizia: "Attentato di Ottawa: opera di un pazzo o di uno che ha ritrovato la ragione". Il virgolettato è preceduto dal nome dell'autore, il parlamentare
del M5S Carlo Sibilia, ma in questi casi si tratta di una precisazione superflua.  Ormai si riconosce il marchio di fabbrica. Quando un'affermazione è troppo inverosimile per riferirsi a un fatto reale e troppo infelice per essere una battuta, è certo che c'è dietro un grillino.

Link:

Il malessere di Grillo

Il festival dell'Ego

L'informazione indiretta

Nessun commento:

Posta un commento