.

.

venerdì 17 ottobre 2014

La Pechino Express del M5S

Per un po’ di tempo sono circolate diverse ipotesi. Ci si chiedeva che razza di opposizione fosse un’opposizione che si oppone a se stessa. Ma ormai tutto è chiaro. E' un reality-show. La sfida è arrivare
a fine legislatura con zero rappresentanti. Si tratta in sostanza di una corsa a eliminazione, una specie di Pechino Express in parlamento. In Emilia-Romagna ci sono riusciti, ma visto l’esiguo numero di rappresentanti, si può dire che si sia trattato di un allenamento. In parlamento invece sono partiti in 150, per cui la sfida appare ben più impegnativa, ma bisogna riconoscere che stanno lavorando bene. In Senato ci sono più possibilità, se in un anno e mezzo da 54 sono già arrivati a 39. Alla Camera sarà più difficile, ma, come si suol dire, non mettiamo limiti alla divina provvidenza. L’ultimo rimasto in ciascun ramo del parlamento vincerà una cena con Grillo, che lo caccerà in diretta streaming.

Link:

2 commenti:

  1. Ma che belle parole, amava dire un noto conduttore del programma "tappeto Volante" sulla sette tv,...lo sport più semplice e redditizio della stampa italiana sembra quello di criticare l'opposizione...in particolare il m5S.....nessuno protesterà...non ne hanno i mezzi......complimenti.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. premesso che questa non è la stampa ma un semplice piccolo blog, e premesso pure che degli ultimi venti post più della metà sono dedicati al pd, il dato di fatto è che il peggior nemico del m5s è il m5s.

      Elimina