.

.

domenica 23 novembre 2014

I poteri deboli

Sembra che i più deboli non se ne siano resi conto, visto che sono preoccupati, non sanno come arrivare a fine mese e addirittura scioperano, ma in Italia i tempi stanno cambiando. Il premier
si è schierato apertamente dalla loro parte. Confindustria ne condivide la battaglia senza se e senza ma. Si può veramente dire che mai come oggi i deboli hanno avuto così tanti protettori. Fanno quasi a gara. Bye bye, poteri forti, arrivano i poteri deboli.


Link:

Il papa e il vangelo secondo Matteo

Timeo danaos et dona ferentes

La retrocessione dell'operaio

2 commenti:

  1. Con lo sgretolamento del PD in E R, il renzismo va a farsi friggere, con buona pase dei veri comunisti che in quel partito non credono

    RispondiElimina
    Risposte
    1. personalmente penso che il renzismo ci accompagnerà per un bel po'.

      Elimina