.

.

giovedì 11 dicembre 2014

Gli eroi del nostro tempo

Nonostante un anno addietro l’allora ministro dell’economia avesse dichiarato che gli evasori avevano le ore contate e nonostante Padoan abbia loro dichiarato guerra,
l’opinione più diffusa è rimasta la stessa: pagare le tasse non conviene. Ma ora la Corte dei conti formula questa idea in maniera più precisa. Dice che pagare le tasse in Italia è proprio da autolesionisti. Del resto i calcoli sono semplici a fare e potevamo arrivarci anche noi prima della Corte dei conti. In un anno lo stato non arriva a individuare nemmeno il 10% delle somme evase, e se ci arriva stappa bottiglie di spumante. Ciò significa che almeno il 90% degli evasori la fa franca. Ma tra l’essere individuato e il pagare non è detto che per il 10% il passaggio sia automatico. In mezzo ci sono concordati, rinvii e imponderabile.
Chi si tirerebbe indietro dal partecipare a un gioco o a una lotteria nei quali hai 90 possibilità su 100 di vincere? Probabilmente nessuno. Se poi si aggiunge che anche il rimanente 10% può beneficiare di qualche premio di consolazione, anche i più riluttanti si lascerebbero tentare.

La Corte aggiunge pure che, in contrasto col dettato costituzionale, sussiste una forte sperequazione tra la pressione fiscale che grava su lavoratori dipendenti e pensionati da una parte e lavoratori indipendenti dall’altra. Questi ultimi di recente insigniti del titolo di eroi del nostro tempo. 

Link:

Nessun commento:

Posta un commento