.

.

mercoledì 4 febbraio 2015

Morire democristiani

È stato un discorso di ispirazione democristiana quello del neopresidente della repubblica. E non poteva essere altrimenti, essendo Mattarella un ex democristiano.
Un discorso nel quale tutti, dal M5S a Fratelli d’Italia, hanno potuto ritrovarvi le questioni che più hanno a cuore. Un discorso che in prospettiva storica potrebbe essere messo a conclusione della cosiddetta seconda repubblica, che viene derubricata a ciò che nella sostanza è stata: un intermezzo della prima. Un infelice intermezzo, per essere più precisi.

Moriremo tutti democristiani, dunque. Forse perché in fondo siamo stati sempre democristiani. O forse perché nell’Italia fanfarona, che volentieri trasformerebbe il Quirinale in un nightclub gestito da Berlusconi, e nell’Italia chiacchierona, che invece ci metterebbe Magalli per farne il set di un talk-show, morire democristiani non è detto che sia la morte peggiore.

Link:

Nessun commento:

Posta un commento