.

.

martedì 10 febbraio 2015

Pillole: Carlo Emilio Gadda, Eros e Priapo (3)

Te t'hai a legger di Giacomo, dico del gran conte Liopardo, a' Pensieri, I, verso i' ffine: "Anche sogliono essere odiatissimi i buoni e i generosi perché ordinariamente sono sinceri,
e chiamano le cose coi loro nomi. Colpa non perdonata dal genere umano, il quale non odia tanto chi fa il male o il male stesso, quanto chi lo nomina."

Nessun commento:

Posta un commento