.

.

venerdì 27 febbraio 2015

Ridicolo e italiano

Sorvoliamo sul giudizio che si addice a un ministro degli esteri che da parere positivo su due mozioni diverse, una favorevole al riconoscimento dello stato palestinese
e una di fatto contraria. Non diciamo nemmeno se sia più lusinghiero per la sua reputazione aver dato tale parere positivo senza aver letto nessuna delle due mozioni o dopo averle letto entrambe.
Limitiamoci alla considerazione che la doppia votazione di ispirazione veltronista autorizza: la maggioranza del governo è nei numeri, non nelle idee. Fassina sintetizza bene l'episodio: "ridicolo". All'estero diranno più semplicemente: "italiano".

Nessun commento:

Posta un commento