.

.

martedì 31 marzo 2015

Pillole: Heinrich Boll, Opinioni di un clown (3)

Se la nostra epoca dovesse meritarsi un nome, dovrebbe chiamarsi l’epoca della prostituzione. La gente si abitua a un vocabolario da puttane. Una volta incontrai
Sommerwild dopo una di queste discussioni – “Può l’arte moderna essere religiosa?” – e mi domandò: Sono stato bravo? Le sono piaciuto?
Alla lettera le stesse domande che una prostituta fa al suo cliente che si congeda. Ci mancava soltanto che aggiungesse: Mi raccomandi ai suoi amici.

Heinrich Boll, Opinioni di un clown



Pillole: Albert Camus, La Peste (1)

Nessun commento:

Posta un commento