.

.

lunedì 9 marzo 2015

Rovistare nella m.

Numerose polemiche hanno fatto seguito alle anticipazioni del libro di Lirio Abbate e Marco Lillo, I re di Roma. I due giornalisti, è il caso di dirlo, hanno rovistato nella merda,
spulciando tra montagne di appalti e subappalti, alla ricerca della destinazione d’uso dei cento e dei duecentomila euro. Un lavoro ingrato, bisogna riconoscerlo, anche perché in tale attività c'è il rischio concreto di imbattersi in parassiti di ogni tipo che nella merda ci sguazzano e si ingrassano, spesso camuffati sotto gli abiti della rispettabilità. Ma il rischio più grande, e ne sanno qualcosa i due autori, è quello di imbattersi nei Giuliano Ferrara.



Nessun commento:

Posta un commento