.

.

venerdì 27 marzo 2015

Storia della colonna infame. 2015

Ora possiamo rispondere alla domanda che la Santanché si poneva via twitter. Sappiamo la nazionalità del pilota dell’airbus. La nazionalità della Santanché, invece, la conoscevamo già.
La nazionalità ideale, voglio dire. È la stessa di quelli che condannano il "colpevole" ancor prima di accertare il delitto, basandosi, a seconda dei luoghi e delle epoche, sul colore della pelle, sul paese di provenienza o anche solo sull’abbigliamento e il modo di muoversi. Come nella storia della colonna infame. Ma se quattro secoli addietro l’ignoranza germogliava spontanea, oggi c’è chi la coltiva per mestiere. Se allora aveva il volto della “donnicciola” del popolo, oggi ha quello di plastica della Santanché.
Scrive Manzoni, raccontando la storia di quella colonna infame: spegnere il lume è un mezzo opportunissimo per non veder la cosa che non piace, ma non per veder quella che si desidera. 

Link:

Nessun commento:

Posta un commento