.

.

sabato 18 aprile 2015

Un obelisco può sempre tornare utile

Sono contrario anch’io, per quanto possa valere l’opinione di un cittadino che non ricopre cariche pubbliche, alla rimozione dell'obelisco di Mussolini.
Non per motivi estetici. Obiettivamente l'architettura razionalista non risulterebbe molto danneggiata da una tale perdita e si possono ragionevolmente escludere eventuali proteste dell’Unesco. Né, va da sé, per motivi ideologici. Anzi, a voler essere pignoli, avrei pure qualcosa da ridire sulle innumerevoli vie e piazze dedicate ai vari Cadorna e Vittorio Emanuele III, che molto dicono sulle itale glorie. Sono contrario per il motivo più gettonato al giorno d’oggi, cioé per ragioni finanziarie. Un obelisco con la scritta dux può sempre tornare utile e doverlo ricostruire ex novo comporterebbe un ulteriore aggravio per le casse dello stato. Avendocelo già, invece, in caso di necessità basterebbe sostituire solo il nome. Necessità, tutt’altro che remota, almeno a giudicare dalle ricerche che gli italiani fanno su internet. Su google adwords la ricerca “Grillo e Mussolini” è quotata più di un euro. “Renzi e Mussolini” è quotata un po’ meno, ma comunque è abbastanza gettonata. Quanto a “Salvini e Mussolini”, non c’è nemmeno bisogno di controllare le quotazioni di google, basta guardare la piazza. 


Nessun commento:

Posta un commento