.

.

domenica 31 maggio 2015

Quando l’ignoranza ti tira fuori dai guai.

Leggendo le motivazioni della sentenza che lo ha mandato assolto, si scopre che Berlusconi si è salvato grazie al vituperato Monti e alla vituperata Severino, intesa come legge.

L'impresentabile furbo

Il diciassettesimo impresentabile, nonché il primo ad includersi di sua iniziativa nella famigerata lista, è Grillo. Una volta tanto non si può non essere d'accordo.

Pillole: Montesquieu, Lettere persiane (1)

Ho letto delle descrizioni del paradiso capaci di farvi rinunciare qualsiasi persona di buon senso.
Montesquieu, Lettere persiane

sabato 30 maggio 2015

Una preghiera per le vittime

Che il repertorio di Salvini non sia molto ampio è risaputo. Ognuno del resto fa quel che può. Non sorprende quindi più di tanto

venerdì 29 maggio 2015

I campioni dell'impresentabilità

Prendiamo uno che approfittando della sua carica di sindaco si sia messo in tasca qualche decina di migliaia di euro destinati alla creazione di un asilo o di una casa di riposo.

mercoledì 27 maggio 2015

Ratio e non ratio della legge Severino

La legge Severino nasce per contrastare il malaffare e la corruzione della politica, impedendo a chi è già stato condannato di occupare cariche pubbliche.

martedì 26 maggio 2015

Podemos, ma senza Grillo

Su molti giornali Podemos viene assimilato, sia pure con qualche distinguo, al partito di Grillo. Sul Fatto quotidiano qualcuno arriva addirittura a parlare di “grillini spagnoli”.

lunedì 25 maggio 2015

Pillole: Stendhal, La certosa di Parma (2)

Fabrizio lo aveva perfettamente notato il giorno che era entrato alla cittadella, e Grillo, che, come tutti i carcerieri, si compiaceva di vantare la sua prigione, glielo aveva più volte spiegato:

domenica 24 maggio 2015

Il difficile recupero di Formigoni

All’indomani dello sketch in aeroporto una valanga di tweet si è riversata su Formigoni. Troppi, anche per un maschio del suo calibro. Difficile fare una classifica,

Pillole: Stendhal, La certosa di Parma (1)

Ma, poiché accetti fino a nuovo ordine il partito delle calze violette, il conte, che conosce bene l’Italia attuale, m’ha incaricato di un’idea per te. Credi o no a quello che ti si insegnerà,

giovedì 21 maggio 2015

Il post che Salvini non scriverà mai

Una ragazzina viene presa di mira dai suoi compagni perché molto intelligente. È figlia di immigrati senegalesi regolari e che lavorano onestamente. Il tipo di immigrati che,

mercoledì 20 maggio 2015

Un tram chiamato Partito Democratico

Che tra Renzi e De Luca non ci fosse feeling, si era già capito. Si somigliano troppo. Hanno la stessa idea di partito, quella, per usare l’espressione di Mattei,

Pillole: Gustave Flaubert, Bouvard e Pécuchet (4)

Bouvard, preoccupato, chiamò il medico.
Vaucorbeil prescrisse dello sciroppo d’arancio con dello iodio, e dopo dei bagni di cinabro.

martedì 19 maggio 2015

Pillole: Gustave Flaubert, Bouvard e Pécuchet (3)

Littré diede loro il colpo di grazia affermando che mai ci fu un’ortografia positiva, e mai ci sarebbe stata. Ne conclusero che la sintassi è una fantasia e la grammatica un’illusione.
Gustave Flaubert, Bouvard e Pécuchet

lunedì 18 maggio 2015

L'arguto Polito

In un fondo sul Corriere l’arguto Polito si domanda come mai non sia arrivato da parte degli intellettuali alcun appello a difesa della libertà di espressione di Salvini.

Pillole: Gustave Flaubert, Bouvard e Pécuchet (2)

Il tumulo simbolizza l’organo femminile, come la pietra eretta quello maschile.
In effetti, dove ci sono dei menhir, culti osceni sopravvivono.

domenica 17 maggio 2015

Pillole: Gustave Flaubert, Bouvard e Pécuchet (1)

L’idea della morte li aveva catturati. Ne discussero, rapiti. In fin dei conti, non esiste. Si scompare nella rugiada, nella brezza, nelle stelle. Si diventa

sabato 16 maggio 2015

Un uovo per Salvini

Ogni tanto anche Salvini formula un’idea intelligente. “I centri sociali fanno comodo a qualcuno”, dice. Ha ragione, e questo qualcuno è proprio lui. Se un uovo di tanto in tanto

venerdì 15 maggio 2015

Il matrimonio d'interesse

All’inizio i massimi esperti di cose a 5S, da Travaglio a Scanzi, avevano categoricamente escluso la possibilità che il M5S si alleasse con l’Ukip di Farage. Poi,

mercoledì 13 maggio 2015

Pillole: Vasilij Grossman, Tutto scorre (4)

La sorte di alcuni di loro era d’una tristezza così lancinante che persino la più tenera, la più leggera e affettuosa parola su di loro sarebbe stata come il ruvido contatto di rozze mani

martedì 12 maggio 2015

L'apparentamento coatto

Gli impresentabili a sostegno di De Luca agitano la campagna elettorale per le prossime elezioni regionali campane. Il segretario del PD confessa il suo imbarazzo e dichiara

Pillole: Vasilij Grossman, Tutto scorre (3)

Centinaia di detenuti, tra cui si trovavano ex militari, eroi di guerra, si dimostravano impotenti contro una manciata di criminali. Questi facevano bravate, consideravano se stessi dei patrioti,

lunedì 11 maggio 2015

I Grillo-Leaks

La notizia sui Grillo-Leaks è stata accompagnata su tutti i giornali da commenti di seguaci di Grillo accomunati dal registro del sarcasmo: “grande scandalo,

Pillole: Vasilij Grossman, Tutto scorre (2)

Stalin morì senza che ciò fosse pianificato, senza istruzione degli organi direttivi. Morì senza l’ordine personale dello stesso compagno Stalin.

domenica 10 maggio 2015

Pillole: Vasilij Grossman, Tutto scorre (1)

Sapete voi cosa c’è di più ripugnante nei confidenti e nei delatori? Quel che di cattivo c’è in loro, penserete voi. No! Il più terribile è ciò che v’è di buono in loro; la cosa più triste è che sono pieni di dignità,

venerdì 8 maggio 2015

La versione di Salvini

Riuscire a far passare l’idea che la fonte di tutti i mali del paese sia stata identificata, e che quindi vi si possa finalmente porre rimedio, è per un politico come trovare l’elisir di lunga vita.

martedì 5 maggio 2015

La formula della divisione

La minoranza del PD si divide. È un titolo che leggiamo tutti i giorni, una notizia che non fa più notizia.

lunedì 4 maggio 2015

La Lega in mezzo al guado

Un tempo si sarebbe detto stare in mezzo al guado. Oggi sarebbe più appropriata un’altra espressione, trattandosi della Lega Nord. Un paio di anni fa,

domenica 3 maggio 2015

Le esternazioni di Letta

Di Letta nell’ultimo anno abbiamo apprezzato il silenzio. Da un punto di vista comunicativo, è stata la scelta più efficace per valorizzare il suo governo. Il modo migliore, cioè,

Pillole: Federico De Roberto, I Viceré

I fratelli portavano intanto attorno i piatti, a otto per volta, sopra un’asse chiamata «portiera» che reggevano a spalla. Distinguevasi i pranzi e i pranzetti,