.

.

giovedì 9 luglio 2015

Si avverte la gentile clientela...

Grillo stoppa l'iniziativa di Emiliano di coinvolgere rappresentanti del M5S nella giunta pugliese. Giusto per rinfrescare le idee a quei simpatizzanti che dalle colonne del Fatto di tanto in tanto
auspicano "una prova di maturità".
Del resto, i dati delle recenti elezioni regionali erano ancora in fase di spoglio e già dal blog partiva il messaggio: "si ricorda che il M5S non farà alleanze e accordi con nessun partito".
Una forma di comunicazione nel suo genere non priva di una certa eleganza. Fa venire in mente le disposizioni che si sentono in certi non-luoghi, come centri commerciali o aeroporti. "Si informa la gentile clientela che sabato il supermercato resterà chiuso per l'intera giornata" o "I signori passeggeri sono pregati di recarsi immediatamente al gate d'imbarco". Uno non può dire: "Per favore, aprite almeno dalle 10 alle 11 perché ho mia suocera a cena e venerdì lavoro fino a tardi" o "Ritardate l'aereo di una mezz'oretta perché sono al ristorante e ho appena ordinato una bistecca". Sono disposizioni che l'altoparlante (megafono?) impartisce in maniera perentoria. Non è ammessa replica e non ci sono margini di dialogo. Così funziona anche quel non-luogo della politica che è il M5S. La comunicazione discende dall'alto in maniera impersonale, a marcare la distanza, non ha bisogno di rivolgersi a qualcuno in particolare, perché chi si trova in questo come negli altri non-luoghi ha tutto l'interesse a capire, e se non capisce, peggio per lui.
Sarà per la necessità di mantenere la coesione della comunità, sarà l'incalzare della modernità, sarà quel che sarà, ma se la nuova democrazia diretta funziona così, personalmente rimango affezionato alla vecchia democrazia rappresentativa.

Link:

L'impresentabile furbo

I Grillo-leaks

Le consultazioni di Grillo

Nessun commento:

Posta un commento