.

.

lunedì 10 agosto 2015

Pillole: Joseph Conrad, Cuore di tenebra (2)

Non andai a raggiungere Kurtz così su due piedi. No. Rimasi per sognare l’incubo fino alla fine e dare prova ancora una volta della mia lealtà a Kurtz.
Il destino. Il mio destino! Che cosa buffa è la vita, questo misterioso espediente della logica spietata per ottenere un futile scopo. Il massimo che ci si possa attendere da essa è una certa conoscenza di se stessi, che arriva troppo tardi, una messe di inestinguibili rimpianti.
Joseph Conrad, Cuore di tenebra

Link:


Pillole: Stendhal, La certosa di Parma (2)


Nessun commento:

Posta un commento