.

.

martedì 15 dicembre 2015

Riscossa democratica

Parlare di "riscossa democratica" (Repubblica), in merito alla sconfitta del Front National ai ballottaggi, pare francamente eccessivo.
Più appropriato sarebbe stato un sobrio "per questa volta è andata". Se i numeri danno oggi torto alle Le Pen, infatti, è innegabile che la politica francese vada comunque nella loro direzione.
Intanto, per evitare la "minaccia fascista" sono stati eletti anche dei personaggi che al fascismo somigliano molto. In nome del fronte repubblicano gli elettori di sinistra si son trovati a votare candidati fautori di una rigida linea antiimmigrati (Nord-Pas-de-Calais), contrari ai matrimoni gay e favorevoli alla pena di morte (Alpi-Provenza-Costa Azzurra).  
In secondo luogo, il Front National ha comunque raccolto quasi sette milioni di voti, l'ennesimo massimo storico, e il fatto di non avere responsabilità amministrative contribuirà probabilmente ad accrescerne l'attrattiva di forza alternativa al sistema.
A decidere se e quanto avanzerà ancora saranno, più che le abilità di zia e nipote, le politiche di Bruxelles.

Link:

Il male minore

Nessun commento:

Posta un commento