.

.

giovedì 28 gennaio 2016

La mezza verità di Gasparri

Una volta tanto si può anche essere d'accordo con Gasparri, anche se al cinquanta percento. Quanti protestarono per la tenda di Gheddafi
oggi tacciono di fronte alle statue nascoste per Rohani, dice il senatore. Certo, lo dice col lessico di cui madre natura l'ha dotato, ma questo è il senso. Ha ragione, anche se a metà. Manca infatti l'altra metà: Quanti tacquero per la tenda di Gheddafi, oggi si scandalizzano per le statue di Rohani.
La verità intera l'ha detta lo stesso Rohani; "grande ospitalità italiana". Che tradotto in parole povere significa: vi conoscono bene in tutto il mondo.
Più comprensibili, invece, le richieste dell'entourage del presidente iraniano di allontanarsi dagli attributi del cavallo di Marco Aurelio durante la conferenza stampa. Non si tratta in questo caso di sensibilità religiosa, ma di sgombrare il campo da ogni possibile equivoco. Preoccupazione peraltro condivisibile anche dallo staff di Renzi.


Link:

Il boomerang


Nessun commento:

Posta un commento