.

.

domenica 24 gennaio 2016

Succedono cose da pazzi con questi immigrati

Gira male per Salvini questo primo mese del 2016. A un inizio promettente, con i fatti di Colonia, che gli avevano fatto presagire una pioggia di voti in arrivo,
hanno fatto seguito alcuni incresciosi episodi.
Un immigrato che sventa una rapina, un altro che salva un'anziana da uno scippo, un altro ancora che restituisce un busta di soldi... notizie che per Salvini devono essere state come tante spine che si conficcano nel cuore.
L'ultimo caso in un supermercato di Torino, dove a sventare una rapina è un richiedente asilo egiziano. E come se non bastasse, come se ci fosse dietro la sadica regia di un buonista, si scopre che il ladro era pure italiano. Un mondo alla rovescia, insomma.
In Sicilia, addirittura, un giovane immigrato del Gambia viene stuprato da un italiano. Cose da pazzi.
Secondo me, quando ha sentito questa notizia, Salvini ha perso i sensi. Non perché si fosse immedesimato nella vittima, ma perché si è immedesimato nel segretario della Lega Nord, cioè in se stesso. Il medico, accorso subito, ha pronunciato solo due parole, peraltro familiari al leader: da ricovero. Poi, quando si è svegliato con la flebo, per non rimetterci la faccia, Salvini si è inventato la scusa della donazione di sangue.
A questo punto, nonostante le sue annose difficoltà con la grammatica, c'è da presumere che presto il Padano per superare l'impasse studierà un modo alternativo di presentare questi fatti. Qualcosa tipo: arzilla vecchietta costringe un immigrato a fare il suo dovere di ospite; leghisti perbene in coda al supermercato cedono gentilmente a un immigrato l'onore di fermare una rapina; immigrato se ne va in giro con pantaloncini succinti per provocare gli italiani; ecc.


Link:

Reato di clandestinità, il senso di una legge inutile

Il dono di Salvini

Le ideologie al tempo dell'analfabetismo funzionale

Nessun commento:

Posta un commento