.

.

domenica 14 febbraio 2016

Pillole: La Bruyère, I Caratteri (1)

G. e H. hanno le proprietà vicine e le loro terre sono contigue; abitano in una contrada deserta e solitaria: lontani dalle città e da ogni altro commercio, sembrava che l’evasione da una solitudine totale,
o una naturale socievolezza dovesse indurli a una reciproca amicizia; e perciò è difficile raccontare l’inezia che li ha divisi rendendoli implacabili l’uno verso l’altro, e perpetuerà gli odi nei discendenti. Mai parenti, e mai fratelli si sono inimicati per sì futile cosa.
Supponiamo che non esistano sulla terra che due soli uomini, i quali soli la posseggano, e che se la spartiscano tutta fra loro due; sono convinto che insorgerà presto qualche motivo di disaccordo, magari soltanto per i confini.
La Bruyère, I caratteri





Pillole: Ivan Goncharov, Oblomov (2)

Pillole: Anatole France, Nel giardino di Epicuro

Pillole: La Bruyère, I Caratteri (2)

Nessun commento:

Posta un commento