.

.

domenica 28 febbraio 2016

Pillole: Sartre, Le parole (1)

Giacometti fu investito da un'auto. Ferito, la gamba spezzata, nello stordimento lucido in cui era caduto, sentì una specie di gioia.
"Alla fine mi succede qualcosa". Capisco il paradosso: quella vita che amava al punto di non volerla minimamente diversa, adesso vacillava, forse veniva distrutta, per la stupida violenza del caso. "Dunque", aggiungeva, "non ero fatto per essere scultore, e nemmeno per vivere, ero fatto per il nulla".
Sartre, Le parole

Pillole: Abate Dinouart, L'arte di tacere (1)

Pillole: Paul Valery, Monsieur Teste (1)

Pillole: Sartre, Le parole (3)

Nessun commento:

Posta un commento