.

.

lunedì 8 febbraio 2016

Sic transit gloria mundi

Sic transit gloria mundi. Ricordarsi di dover morire è cosa buona e giusta per il cristiano, soprattutto se lo ricorda a se stesso,
non come fa don Livio Fanzaga, direttore di Radio Maria, che invece lo ricorda alla prima firmataria del decreto sulle unioni civili, Monica Cirinnà.
Per conto mio, vorrei ricordare anche il dopo funerale. Più in particolare, vorrei ricordare a tutti coloro che aspirano ad andare in paradiso di rifletterci bene, perché potrebbero capitare nel posto accanto a don Livio Fanzaga, e non per un quarto d'ora o un pomeriggio, possibilità che già qualunque persona di buon senso fuggirebbe come la peste, ma per l'eternità. E, siccome le disgrazie non vengono mai da sole, si ricordino pure che dall'altro lato potrebbe capitargli Giovanardi.

Link:

Quando quelli come Adinolfi si presentano a un family day

Il Vangelo secondo Matteo

La Costituzione letta da Bagnasco

Nessun commento:

Posta un commento