.

.

martedì 15 marzo 2016

Alla Bedori è andata bene

In fondo alla Bedori è andata bene. Correva per il M5S. Pensi a cosa le sarebbe potuto succedere se fosse stata avversaria di Grillo,
magari candidata del PD. Non è difficile immaginare quali nomignoli il megafono si sarebbe potuto inventare per lei: lo psico-armadio del PD, Barbamamma e carinerie di questo tipo. Oltre all'immancabile sondaggio: cosa ci fareste in dispensa con la Bedori?
Perché è sul dileggio e sulla derisione dell'avversario che Grillo ha costruito la sua comunicazione politica, prendendo di volta in volta di mira il sesso, l'orientamento sessuale e le caratteristiche fisiche della persona. Tutti elementi che nulla hanno a che fare con la politica e sono soltanto espressione di degrado etico e culturale.
Anziché lamentarsi, dunque, la Bedori dovrebbe ringraziare quelle donne di altri partiti che, ignorando gli steccati, hanno avuto l'intelligenza di manifestarle solidarietà e trasformare la propria esperienza in lezione di civiltà per i suoi compagni e per il suo capo. Le basterebbero poche parole: ho capito cosa si prova a essere oggetto di attacchi beceri come sul blog di Grillo è successo alla Boldrini.


Link:

Abiura 2.0

I candidati sindaco del M5S

Nessun commento:

Posta un commento