.

.

giovedì 19 maggio 2016

Decide Beppe

Di Maio è stato fin troppo chiaro su Pizzarotti. Forse anche più di quel che avrebbe voluto. Pizzarotti ha violato le regole del M5S, ha detto.
Alle successive domande dei giornalisti, se cioè la sospensione fosse il preludio dell'espulsione, ha però aggiunto "su questo decide Beppe".
Ora, se le regole sono state violate, l'espulsione dovrebbe seguire per conseguenza e Beppe non avrebbe nulla da decidere. Se invece conserva tale facoltà significa o che le regole non sono poi così chiare, e solo lui può interpretarle, oppure che le regole sono chiare ma lui può decidere se applicarle o meno a sua discrezione. In ogni caso, insomma, decide Beppe.
Sennonché, non è Grillo a essere candidato alla guida del governo, ma Di Maio. Un domani, quindi, il giovane non-leader potrebbe dare una risposta analoga nelle vesti di presidente del consiglio, magari in una conferenza stampa con un suo omologo straniero, magari su una questione di rilevanza internazionale.
Un giornalista, per esempio. potrebbe chiedere "l'Italia parteciperà a questa guerra?" e sentirsi rispondere da Di Maio "su questo decide Beppe".
Beh, credo che a quel punto anche il più navigato tra i corrispondenti esteri avrebbe qualche difficoltà a chiarire il contesto ai propri connazionali. Voglio dire, a chiarire il contesto rimanendo serio.


Link:

L'arte di sventare i complotti

Abiura 2.0

5 domande a Grillo

Nessun commento:

Posta un commento