.

.

lunedì 23 maggio 2016

Le anime morte

Non disponendo oggettivamente di supporter di peso per il referendum costituzionale, Renzi e Boschi, forse ispirati dalle vicende di Cicikov,
protagonista de Le anime morte di Gogol, hanno arruolato i morti.
Trattandosi di un governo di sinistra che fa cose di sinistra, hanno ovviamente preso come testimonial figure di sinistra. Hanno cominciato con Berlinguer per poi passare a Ingrao, e senza l'intervento delle figlie dei due politici del PCI, verosimilmente avrebbero continuato fino ad inserire in squadra anche Gramsci.
Il fatto è che i due novelli Cicikov hanno scelto i defunti sbagliati. Avessero puntato su Depretis e Giolitti, né eredi né storici avrebbero avuto nulla da ridire, poiché i due statisti si sarebbero per certo espressi per il , e ancor più sul sicuro sarebbero andati reclutando il promotore della Legge Acerbo, che infatti garantì la stabilità politica più lunga della storia italiana.


Link:

I poteri forti contro il governo

La logica della Boschi

L'emendamento della discordia

Nessun commento:

Posta un commento