.

.

domenica 8 maggio 2016

O pero, pero... che frutti non dai e miracoli vuoi fare.

A me questa storia dei giornalisti de La Padania in cassa integrazione fa un po' ridere. Non per i giornalisti disoccupati,
per carità - sebbene qualche responsabilità ce l'abbiano anche loro, ché a scegliersi tali datori di lavoro bisognerebbe pure prevedere i rischi cui si può andare incontro -, ma per Salvini, che si propone di risolvere i problemi dell'Italia in sei mesi, e ci scrive pure libri, e in tre anni non è riuscito a risolvere quelli di qualche decina di dipendenti del suo partito.
Mi fa venire in mente, ogni volta che la sento, l'antico aneddoto ricordato da Sciascia dell'albero di pero che il contadino decise di abbattere poiché non dava frutti e che l'arciprete comprò per ricavarne una nuova statua del Signore, e che quando poi il contadino rivide nelle sue nuove sembianze, oggetto della devozione popolare, non poté trattenersi dall'esclamare: "O pero, pero... che frutti non davi e miracoli vuoi fare".


Link:

Leggenda metropolitana vuole che Salvini abbia scritto un libro

Sventurata la terra ecc. ecc.

Il fascista de core e l'opportunista de c.

Nessun commento:

Posta un commento