.

.

mercoledì 27 luglio 2016

Un articolo da manuale del giornalismo

La Stampa dedica un bellissimo articolo al trasferimento di Exor in Olanda. Con una narrazione dai toni epici
viene celebrata la nuova sfida della finanziaria della famiglia Agnelli "nella terra dei grandi affari, oltre che dei tulipani". Apprendiamo dunque che adesso Exor "indossa la casacca Orange" e si prepara a giocare "nella Champions League dei mercati globali". O-lé, o-lé... olé, olé, olé... viene istintivamente voglia di intonare un coro da stadio.
E che sollievo nel sapere che "d'un colpo si regala una governance più semplice, allinea i business" e, soprattutto, "si dispone al rispetto di un solo codice civile, quello olandese. Pragmatico come le genti dei Paesi Bassi che lo hanno disegnato", lasciandosi alle spalle quello italiano, astratto e inconcludente come noi italiani, nel quale è rimasta impelagata, con suo grande danno e scorno, per ottant'anni.
A quale lettore verrebbero mai in mente, nel vortice di questo "campionato globale", noiose questioni fiscali e di plusvalenze?
Complimenti all'autore. Un articolo che potrebbe essere inserito per intero in un manuale di giornalismo al capitolo "come dare una notizia senza la sostanza della notizia". Un manuale di giornalismo italiano, va da sé.


Link:

Fassino che spiega la sconfitta con l'invidia sociale

Il miracolo di Marchionne

La Brexit e gli scioccati

2 commenti: