.

.

martedì 22 novembre 2016

Pillole: Laurence Sterne, Viaggio sentimentale (3)

Tu puoi condirti a tua posta, o indolente SERVAGGIO! Io diceva - tu sei pur sempre un calice amaro, e sebbene i mortali nascano di generazione in generazione a migliaia per tracannarti,
tu non per tanto non sei meno amaro. - Te! - Te, o tre volte dolce e graziosa Dea! - Te, o LIBERTA'! invocano tutti con solenni e domestiche supplicazioni. Tu che hai sapore gradito, e l'avrai finché NATURA non rinneghi sé stessa - né orpello mai di parole potrà contaminare il tuo candido manto, né forza d'alchimia tramuterà in ferro il tuo scettro - teco, e se tu gli sorridi, mentr'ei mangia il suo pane, il pastore è più beato del suo monarca alla corte del quale tu se' bandita.
Laurence Sterne, Viaggio sentimentale



Laurence Sterne, Viaggio sentimentale (2)

Saramago, Viaggio in Portogallo (1)

Flaubert, Bouvard e Pécuchet (1)

Nessun commento:

Posta un commento