.

.

mercoledì 18 gennaio 2017

Xi Jinping legge i passi salienti del vangelo secondo la globalizzazione

Nel suo intervento a Davos, il presidente cinese legge i passi salienti del vangelo secondo la globalizzazione: tutte le porte si spalanchino


al passaggio delle merci e i capitali siano liberi di muoversi e allocarsi dove, quando e come meglio credono.
Certo, non si può negare che la globalizzazione qualche problema l'abbia creato, ma basterà darle un'aggiustatina, una piccola messa a punto, e tutto andrà per il meglio. Xi Jinping dixit.
Musica per le orecchie della platea devota al sacro pil, che applaude convinta.
Che poi in Cina i diritti dei lavoratori stiano solo scritti sulla carta, e sulla carta rimangono, che i diritti umani non siano contemplati, che tutti i mezzi di comunicazione siano regolati dalla censura, che vi siano più esecuzioni capitali di tutti gli altri paesi del mondo messi insieme e che la Cina occupi da più di mezzo secolo un paese sovrano, annientandone la cultura e l'identità, beh, tutto ciò che volete che sia, dettagli, incidenti di percorso, folclore, presto, forse, applauso dopo applauso, titoli di merito.

Link:

Il forum dei cretini

La sottoscrizione del CETA, una non-notizia qualunque

Regalare voti a Salvini

Nessun commento:

Posta un commento