.

.

lunedì 27 marzo 2017

La solidarietà illegale

A Ventimiglia tre cittadini francesi sono finiti sotto accusa per aver contravvenuto all'ordinanza del sindaco che disciplinava quella che evidentemente viene avvertita


come una nuova minaccia: la solidarietà. Come si fa con ogni minaccia al quieto vivere, infatti, il sindaco aveva ritenuto opportuno mettervi degli argini, stabilendo chi, dove e come la solidarietà potesse esercitare. Coloro che si discostano da tali norme sono quindi chiamati a rispondere di solidarietà illegale. Sono, in sostanza, degli abusivi delle bontà, dei fuorilegge del bene.
Ora, che la solidarietà non attraversasse un periodo particolarmente felice, lo si era già capito, ma che venisse sanzionata a norma di legge dev'essere la prima volta che succede. Si direbbe che in tempi nei quali dilaga la guerra tra i poveri un gesto di solidarietà venga a configurarsi come un pericoloso atto di disfattismo.
E chissà che quella del sindaco della cittadina ligure, come tante cose che sulle prime appaiono bizzarre, non sia una decisione destinata a fare scuola. Magari in futuro anche l'omissione di soccorso cesserà di essere un reato. Magari non si dirà apertamente che si deve coltivare l'egoismo o l'indifferenza, ma che lo impongono questioni igienico-sanitarie, come è stato spiegato nel caso di Ventimiglia. Il soccorritore potrebbe essere portatore di patologie infettive, o anche solo influenzato, e contagiare il soccorso. E del resto ci sono organizzazioni deputati a soccorrere il malcapitato.
Forse anche il Vangelo andrà emendato. La parabola del buon samaritano risulterà anacronistica e bisognerà leggerla al contrario. Il comportamento modello sarà quello del sacerdote e del levita, che lasciano il giudeo bastonato sulla strada, mentre quello del samaritano-buonista sarà considerato un comportamento deviante.
Lo stesso dicasi del centurione che bagna le labbra a Cristo. Forse finirà lo stesso in paradiso, se nel frattempo le nuove norme non si saranno fatte strada anche nell'aldilà, ma non prima di aver pagato il fio alla giustizia terrena.

Link:

Mettiamo che domani un nuovo Hitler

Come campare coi migranti

La morale dell'emira


Nessun commento:

Posta un commento