.

.

lunedì 3 luglio 2017

Rottamare Darwin

Una volta tanto Erdogan fa la cosa giusta. Rottamare Darwin. Deve forse essersi reso conto che il concetto di evoluzione avrebbe potuto generare degli equivoci,
ponendo i docenti in situazioni imbarazzanti, soprattutto se sollecitati dagli alunni a parlare del loro paese.
Fortunatamente Erdogan ha risolto il problema a monte. Attraverso il dio misericordioso i docenti non avranno difficoltà a spiegare le trasformazioni in atto nel paese, il rifiorire delle guerre di religione e molto altro ancora.
Credo che se fosse stato ancora in vita, lo stesso Darwin sarebbe sarebbe stato il primo a congratularsi col presidente turco e a cogliere l'occasione per invocare il diritto all'oblio.
Non solo bisogna dunque riconoscere a Erdogan il merito di aver tolto di mezzo una teoria contraria a ogni evidenza, ma si deve pure prendere atto che così facendo ha dato anche prova di lungimiranza. Considerato l'andazzo globale, considerato come va il mondo (non solo la Turchia), niente di strano che domani la scelta di Erdogan possa essere emulata anche dai paesi occidentali. A cominciare dagli Stati Uniti, dove peraltro non ci crede quasi più nessuno.

Nessun commento:

Posta un commento